Statistiche occupazionali

Conseguire la Laurea magistrale in Ingegneria chimica è un ottimo investimento per il proprio futuro. Ai giovani professionisti saranno richieste sempre maggiori competenze e capacità di adattamento per affrontare con successo le sfide poste dall’attuale sistema produttivo, che è molto più complesso e globale che in passato. La Laurea magistrale in Ingegneria chimica offre queste competenze e consente di ottenere questa flessibilità.

È questa la ragione per la quale l’ingegnere chimico è una figura professionale moderna e di successo nell’attuale mondo industriale. Ecco alcuni numeri che lo dimostrano (tutti i dati si riferiscono a laureati magistrali).

Lo stato dell’occupazione in Italia

  • 12.8 %: è il tasso di disoccupazione(a)
  • 42.7 %: è il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni)(a)
  • 13.2 %: è il tasso di disoccupazione dei neolaureati (tutte le discipline)(b)
  • 3.7 %: è il tasso di disoccupazione dei neolaureati in Ingegneria chimica(b)

Quindi

  • Essere laureati conviene.
  • Mediamente, un neolaureato in Ingegneria chimica trova lavoro molto più facilmente dei neolaureati in altre discipline.

Lo stato delle retribuzioni in Italia

  • 1171 €/mese: guadagno netto dei neolaureati (tutte le discipline)(b)
    • uomini: 1356 €/mese
    • donne: 1033 €/mese
  • 1518 €/mese: guadagno netto dei neolaureati in Ingegneria chimica(b)
    • uomini: 1558 €/mese
    • donne: 1463 €/mese

Quindi

  • I neolaureati in Ingegneria chimica guadagnano quasi 400 netti in più al mese della media dei neolaureati in altre discipline.
  • Una donna neolaureata in Ingegneria chimica guadagna oltre 400 netti in più al mese della media delle sue colleghe laureate in altre discipline.

(a) Fonte: ISTAT; collettivo: Italia; anno indagine: 2014.

(b) Fonte: AlmaLaurea; collettivo: Università partecipanti al consorzio AlmaLaurea; anno indagine: 2013; dati riferiti a un periodo di 3 anni dal conseguimento della Laurea magistrale/specialistica.